Macchine agricole: Boom di immatricolazioni per gli speciali da frutteto e vigneto che da sole hanno totalizzato più di 4.300 unità, 366 in più rispetto al 2015.

Le macchine agricole sono uno dei cardini dell’agricoltura italiana, tema che sarà al centro anche della 41esima edizione di Momevi (Mostra meccanizzazione vitivinicoltura) e della 80esima della Mostra Agricoltura Faenza (Maf). Un doppio appuntamento che si rinnova alla Fiera di Faenza dal 24 al 26 marzo prossimo con un centinaio di operatori specializzati da tutta Italia su un’area di 28mila metri quadrati in tre padiglioni.

Ma qual è lo stato di salute delle macchine agricole? 
Per quanto riguarda le immatricolazioni, dopo la crescita del 2015 (+1,4 %), lo scorso anno hanno subito una leggera flessione (-0,5%). I dati confermano una tendenza su scala europea, ad eccezione fatta per la Spagna, unico Paese che nel 2016 ha registrato un avanzamento dell’8,1% delle immatricolazioni. I trattori immatricolati nel 2016 sono stati 18.342, oggi il volume di riferimento delle immatricolazioni in Italia sembra aggirarsi intorno alle 18.300 unità. Numeri che dipendono in parte dalla crisi economica e dal calo delle aziende agricole ma anche da una crescita imprenditoriale e tecnologica del settore che crea nuove forme di ottimizzazione dei parchi macchine.

In particolare, nel 2016 è calato il numero delle immatricolazioni dei trattori standard, dei trattori aziendali e di alta potenza, ovvero quelli che richiedono gli investimenti più importanti. Ferme o leggermente incrementate le posizioni dei trattori compatti e gli utility.

Boom di immatricolazioni per gli speciali da frutteto e vigneto che da sole hanno totalizzato più di 4.300 unità, 366 in più rispetto al 2015. Si registra in questo modo un incremento superiore a 9 punti, seguito dalla crescita di immatricolazioni degli isodiametrici (specializzati per terreni scoscesi), 248 unità in più rispetto al 2015 per un totale di 3.230 esemplari.
Nel 2016 sono stati immatricolati anche 1.270 cingolati, altra categoria di macchine in leggera crescita. Non ci si deve quindi stupire se la classifica assoluta vede al proprio interno sei specializzati, un cingolato, due compatti e un solo aziendale (Dati Macchine e Trattori).

Fonte